Stampa 

 MASSAGGIO SONORO CON LE CAMPANE TIBETANE METODO  PETER HESS

In principio era il suono,perché il Verbo si esplica nel suono, che si propaga e tutto pervade. Da oltre 5000 anni i popoli Himalayani conoscono il potere benefico delle vibrazioni sonore. Si credeva che l’essere umano fosse sorto dal suono e che quindi fosse anch’esso suono. Come la vibrazione sonora increspa in modo armonico la superficie di uno specchio d’acqua, così allo stesso modo massaggia dolcemente le cellule del nostro corpo composto perlopiù di acqua.

Il suono delle Campane Tibetane ci tocca profondamente, scioglie le tensioni, mobilita le forze rigeneranti e stimola l’energia creativa. Durante una seduta di massaggio sonoro l’atmosfera si fa tranquilla e sicura, stress, paure, preoccupazioni e dubbi si allentano e piano si lasciano andare. Migliora la consapevolezza del nostro corpo e dei nostri bisogni. I pensieri incessanti si quietano e l’anima trova spazio per spiegarsi. E ancora…

Il massaggio sonoro ci regala un profondo rilassamento, il cervello genera onde alfa, ci accompagna ad uno stato meditativo in cui la nostra anima danzante può incontrare il nostro Dio interiore.